Appennino Bike Tour: Il Giro dell’Italia che non ti aspetti

Dopo il Viaggio in Sicilia, torniamo on the road dal 4 al 14 Aprile per un nuovo progetto di rilevanza nazionale. Appennino Bike Tour è un’iniziativa organizzata da ViviAppennino e promossa dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, Confcommercio Imprese per l’Italia e Confcommercio Ascom Bologna il cui obiettivo è la creazione della più grande ciclo-via d’Italia per il rilancio economico e turistico della dorsale appenninica. Incontrammo il Presidente di ViviAppennino, Enrico Della Torre, nell’Agosto dello scorso anno a Bronte, durante il nostro Viaggio in Sicilia e mentre la sua squadra si apprestava a completare la prima edizione dell’Appenino Bike Tour. Ne nacque subito un rapporto di stima e d’amicizia, sul quale si innesta quest’anno una collaborazione ufficiale sul fronte della comunicazione. Con comunicato stampa del 23 Marzo, il presidente Della Torre ha dichiarato: “abbiamo ritenuto importante coinvolgerli in questa seconda edizione certi che la loro professionalità darà un valore aggiunto nel raccontare le eccellenze della Dorsale appenninica”.

Da sinistra Tommaso Ragonese, Enrico Della Torre e Marco Crupi in occasione della partenza della tappa Bronte – Capizzi nella prima edizione dell’Appennino Bike Tour.

Auspichiamo che la nuova ciclovia possa diventare un volano efficace per un turismo ed un’economia più sostenibile, dalla Liguria fino in Sicilia.

Tommaso Ragonese

“Quando io e Marco abbiamo iniziato a collaborare sapevamo che il fine del nostro lavoro non sarebbe stato meramente descrittivo, ma avrebbe dovuto ispirare qualcosa di più. Dalle nostre iniziali è nato Meaningful Travels, un progetto di travel blogging che in inglese significa ‘Viaggi Significativi’. Non per nulla abbiamo fatto della riscoperta del territorio, della promozione di un turismo alternativo e consapevole e della sensibilizzazione riguardo lo sviluppo sostenibile i cardini del nostro ultimo progetto dedicato alla Sicilia, nostra terra natìa. Con Appennino Bike Tour abbiamo stretto un’amicizia, oltre ad una collaborazione, basata sul comune intento di invertire la tendenza all’abbandono dei borghi minori lungo la dorsale appenninica, non soltanto il tratto siciliano, soprattutto da parte di giovani come noi. Auspichiamo che la nostra partecipazione al giro 2018 di Appennino Bike Tour contribuisca a rendere le suggestioni e le atmosfere uniche di queste aree del nostro paese più accessibili e fruibili a tutti, e che la nuova ciclovia possa diventare un volano efficace per un turismo ed un’economia più sostenibile, dalla Liguria fino in Sicilia.”

L’intervista ad Appennino Bike Tour a Bronte durante il Viaggio in Sicilia.

La sfida di creare un grande racconto fotografico che unisca l’Appennino Italiano da Nord a Sud è una delle più avvincenti della mia carriera fotografica.

Marco Crupi

“Da fotografo professionista il reportage è sempre stato la mia specialità, una bella foto non basta, per me una foto deve raccontare una storia, trasmettere delle emozioni e farsi ricordare. Questo per me è particolarmente significativo con rispetto alle tematiche affrontate durante il nostro viaggio in bicicletta attraverso l’entroterra Siciliano. Sono convinto che vi sia una forte assonanza con il progetto di Appennino Bike Tour e che con le mie foto affiancate al lavoro di Tommaso potremmo dare un’eccellente contributo al giro 2018. La sfida di creare un grande racconto fotografico che unisca l’Appennino Italiano da Nord a Sud è una delle più avvincenti della mia carriera fotografica. Personalmente ne sono entusiasta e sono certo che lo sarà anche il pubblico sui nostri canali.”

Il campione italiano Ultracyclist Omar di Felice.

Continua dunque il nostro impegno per la diffusione di una cultura della sostenibilità (leggi il bilancio del Viaggio in Sicilia QUI), in particolare attraverso la promozione ed il rilancio turistico delle aree interne di tutta la penisola lungo l’Appennino. L’obiettivo è l’istituzione della più grande ciclovia d’Italia, attraverso strade secondarie e località lontane dal turismo di massa, che rischiano l’abbandono di fronte al dissesto idrogeologico ed un’economia in difficoltà. La partenza è prevista dal Comune di Altare, in Liguria, dove inaugureremo il primo cartello della ciclovia, mentre l’arrivo avverrà ad Alia, in provincia di Palermo. Viaggeremo a bordo di una delle due vetture ammiraglie del Tour, documentando il passaggio del Giro 2018 attraverso i 43 comuni tappa: 2600 km alla scoperta dei borghi, della cultura e dell’enogastronomia appenninica (il 2018 è stato dichiarato anno del cibo italiano dal MiBACT). A pedalare sarà questa volta il campione italiano ultracyclist Omar di Felice che proverà a percorrere l’intero percorso in undici giorni. Tutti i dettagli tappa per tappa sono disponibili sul sito appenninobiketour.com.